Pompa a lobi rotativi VX186-184Q: trasferimento sansa
Case Study - Eredi Logoluso Onofrio sas

Problema

Prodotto denso e tempi di trasferimento elevati

Soluzione

Pompa a lobi rotativi VX186-184Q

Il cliente e il problema

La sansa di olive è il residuo di lavorazione, o più correttamente, il sottoprodotto del processo di lavorazione delle olive, in frantoio. Esso è composto dalle bucce, dai residui della polpa e dai frammenti di nocciolino.
Negli ultimi anni, la sansa è diventata un sottoprodotto di notevole importanza, per l’alimentazione degli impianti di biogas, specie nelle regioni del centro-sud Italia. Per permettere la raccolta di grandi quantità di sansa, che si producono nel corso della campagna olearia, i frantoi sono dotati di sistemi di stoccaggio, dai quali viene poi eseguito il trasferimento, mediante cisterne, agli impianti di valorizzazione energetica.
Al fine di ridurre i tempi di caricamento del sottoprodotto all’interno delle cisterne e di velocizzare le operazioni di trasferimento, ci si sta attrezzando con opportuni sistemi di pompaggio della sansa.

È il caso del frantoio oleario Eredi Logoluso Onofrio di Bisceglie, in Puglia, che da 4 generazioni produce un ottimo olio extra vergine di oliva seguendo tutte le fasi di produzione.
L’azienda aveva la necessità di pompare sansa denocciolata con le seguenti caratteristiche:

  • Sostanza secca: 25%
  • Sostanza organica s.s.: 92%
  • Grassi e oli greggi: 16%

Per questo tipo di sostanza le pompe a pistoni e monovite utilizzate in precedenza presentavano diversi problemi:

  • Tempi di caricamento lenti
  • Eccessiva usura durante la campagna olearia
  • Elevati ingombri per alte portate
  • Frequenti pulsazioni
  • Rumorosità
  • Rischio di grippaggio della pompa per l’eventuale presenza di residui di nocciolino

La soluzione

La scelta di installare una pompa a lobi rotativi Vogelsang, serie VX186-184Q non solo ha permesso di velocizzare il trasferimento della sansa nelle fasi di carico e scarico, ma grazie all’elevata efficienza volumetrica, date le matrici viscose, permette anche un risparmio in termini di consumi energetici. Inoltre, anche se la sansa è denocciolata, rimane comunque all’interno di essa una certa quantità di nocciolino frantumato, che va a danneggiare i lobi e ad accorciarne la durata operativa. Grazie all’InjectionSystem di Vogelsang l’usura dei lobi è controllata, allungando i tempi di manutenzione, e ciò ha effetti positivi anche sulla capacità di aspirazione della pompa.

Vantaggi della pompa a lobi rotativi Vogelsang

  • Assenza di pulsazioni di portata
  • Velocità costante di caricamento delle cisterne (10-15 minuti per 20-30 m³ di sansa)
  • Sensibile riduzione della rumorosità
  • Assenza di usura al termine della campagna olearia

Prodotti Vogelsang menzionati

/ /