Il sistema universale 4 in 1 per l'alimentazione conveniente di materiale solido al digestore
Il sistema di alimentazione di materiale solido PreMix per applicazioni nel biogas

Mescolare una varietà di solidi con il fluido e frentumare il tutto per formare una sospensione organica omogenea adatta all'azione dei batteri: questo è il punto di forza del PreMix. Ed è il motivo per cui il sistema di alimentazione è adatto sia per risorse rinnovabili che per altri materiali d'ingresso, che si tratti di rifiuti alimentari pastosi o organici e raccolti voluminosi.

Un vantaggio decisivo del sistema di alimentazione PreMix è il suo separatore di corpi estranei e la preparazione della biomassa, anche prima della pompa volumetrica integrata: dopo che la biomassa è stata immessa nel sistema PreMix tramite coclea, il primo passo è quello di separare il materiale pesante. Quindi, le particelle grossolane vengono frantumate e la materia fibrosa viene tagliata. Ciò evita così danni dovuti alla presenza di pietre, parti metalliche e altri corpi estranei e stimola la proliferazione batterica. Un PreMix può alimentare contemporaneamente più digestori. La forzaa motrice da 20 a 50 kW è sufficiente (a seconda del modello) per portate da 20 a oltre 100 m3/h.

Grazie al suo design compatto, sono sufficienti pochi metri quadrati per posizionare il PreMix, compreso lo spazio necessario per i lavori di assistenza e manutenzione. Ciò semplifica l'installazione e l'integrazione in nuovi impianti o l'upgrading di impianti di biogas esistenti e gli operatori possono utilizzare in modo flessibile le biomasse più svariate, senza dover modificare i parametri del sistema di alimentazione di materiale solido ad ogni variazione. Abbinato al Performance Cut Control (PCU) di Vogelsang, il PreMix è pronto per essere automatizzato.

Caratteristiche di PreMix

Il PreMix si distingue per il suo concetto unico: in un PreMix il materiale pesante viene separato e il materiale a fibre lunghe viene triturato prima di entrare nel gruppo di pompaggio. In questo modo è possibile preparare in modo affidabile anche materiali di input difficili ed esigenti, proteggendo la pompa e prolungando notevolmente la vita utile dell'intero sistema.
La particolare disposizione delle componenti e il collegamento diretto tra il RotaCut e l'ingresso del gruppo di pompaggio crea un sistema di alimentazione estremamente compatto e facilmente integrabile anche in caso di revamping degli impianti esistenti. Per quattro operazioni bastano pochi metri quadrati, che comprendono lo spazio per l'assistenza e la manutenzione.
Sia per la pompa monovite della serie CC sia per il RotaCut della serie RCX, tutti gli interventi di assistenza e manutenzione necessari sono facili da eseguire in loco, senza dover smontare le linee che collegano le varie parti del PreMix all'impianto.
Le parti della struttura sono in acciaio. La struttura resistente alla torsione è la base per il trattamento intensivo delle biomasse nel minor spazio possibile. La zincatura a caldo protegge l'intera struttura dalla corrosione.
Sia il trituratore RotaCut RCX che la pompa nomovite della serie CC sono azionati da un robusto motore con attacco ad albero elicoidale con un elevato fattore di efficienza. Viene montato direttamente sull'albero di trasmissione, quindi non è necessario alcun giunto aggiuntivo.
Un albero cardanico di generose dimensioni, con due giunti cardanici, assicura una trasmissione affidabile della potenza motrice della serie CC dal motore ad albero parallelo al rotore. Un robusto manicotto - che non deve essere smontato nemmeno durante la sostituzione del rotore - protegge l'albero dalle sostanze solide e fibrose e dai corpi estranei presenti nel fluido.

Ulteriori informazioni:
La regolazione delle lame del RotaCut RCX con l'ACCplus assicura un contatto diretto e permanente tra le lame e il crivello. È solo questo contatto che rende possibile triturare in modo affidabile i materiali a fibre lunghe. Inoltre, l'ACCplus controlla online lo stato delle lame, lo visualizza su un display esterno e nel sistema di controllo durante il normale funzionamento.

Opzioni di PreMix

Il sistema di rimozione dei corpi estranei (DRS) rimuove i materiali pesanti separati durante il funzionamento continuo, senza dover spegnere o aprire l'alimentatore di materiali solidi o il separatore di materiali estranei. Il sistema rimuove i corpi estranei con una minima perdita di fluido (solo 15 l circa). Rispetto alle soluzioni convenzionali, il DRS riduce fino all'80% il lavoro richiesto.

Ulteriori informazioni:
La pompa monovite della serie CC è disponibile in via opzionale con geometria a due stadi. Questo aumenta la pressione differenziale ammessa, dimezzando la differenza di pressione per stadio, con il risultato di una maggiore durata, anche in presenza di fluidi fortemente abrasivi e/o pressioni elevate.
Su richiesta, la Performance Control Unit (PCU) è disponibile in una variante con connessione PROFINet.
Il display touch screen opzionale, con un ampio schermo, offre una panoramica di tutte le informazioni e le impostazioni importanti, anche al di fuori del sistema di controllo centrale. Tutti i dettagli importanti sono facilmente accessibili e impostabili attraverso un menu intuitivo.
In opzione, Vogelsang può anche offrire hardware e software di controllo, compresi di sensori, ottenendo così tutto da un'unica fonte.
Tutte le PCU sono predisposte per l'accesso per la manutenzione da remoto. Se l'accesso è attivo, gli operatori beneficiano di aggiornamenti software semplici e, quando gli eventi lo richiedono, possiamo supportare il cliente in modo rapido.

Testimonianze di settore
Cosa dicono i clienti sul sistema di alimentazione di materiale solido PreMix